LE GUARDIE GIURATE ECOLOGICHE VOLONTARIE della PROVINCIA DI MODENA

Le Guardie Giurate Ecologiche Volontarie sono, prima d'ogni altra cosa, dei cittadini che mettono gratuitamente a disposizione di Enti e Pubbliche Amministrazioni, tempo e professionalità per un bene comune da tutelare: L'AMBIENTE.

Il Servizio Volontario di Vigilanza Ecologica è stato istituito dalla Regione Emilia Romagna con la L.R. 23/89, ma proprio la Provincia di Modena aveva impostato con un primo gruppo di volontari tale attività già da tempo. Si configura quindi come servizio di volontariato complementare nell'attività di prevenzione, controllo e repressione dei fatti illeciti in materia ambientale oltre che nell'educazione ecologica. Volontariato disponibile ad una collaborazione con gli uffici e le figure istituzionalmente previste, nell'ambito di un "sistema dei controlli ambientali" che può oggi avere probabilità di successo solamente se concepito come sistema integrato e sinergico.

Le GGEV sono state istituite anche dalle Regioni Lombardia, Piemonte, Liguria, Toscana e Marche e recentemente è nata la FEDERGEV che le rappresenta.

Le GGEV della Provincia di Modena sono iscritte all'ALBO Regionale del Volontariato al n.258, in Emilia Romagna sono circa un migliaio, mentre quelle in servizio nella Provincia di Modena erano al 31.12.97 circa 120.

Esiste un disegno di legge presentato alle Camere finalizzato alla costituzione del Servizio Nazionale di Vigilanza Ecologica Volontaria.

Le Guardie Giurate Ecologiche Volontarie sono nominate con atto del Presidente della Provincia dopo aver superato l'esame finale di un apposito Corso di formazione e subordinatamente all'approvazione del Prefetto (leggi di Pubblica Sicurezza) e alla prestazione del giuramento davanti al Pretore. Sono dotate di tesserino di riconoscimento, un bracciale ed una divisa approvata dalla Prefettura. Inoltre le GGEV utilizzano verbali di accertamento e di segnalazione forniti dalla Provincia su modello regionale.

Possono comminare sanzioni amministrative (quelle previste dalle specifiche Direttive Regionali o dai Sindaci), non possono portare armi, nemmeno se in possesso di porto d'arma.

Sono raggruppate nel Corpo Provinciale delle Guardie Ecologiche, dotato di organi di rappresentanza, di un proprio Statuto e di un Regolamento di Servizio.

La Provincia sulla base di quanto previsto dalla citata legge regionale, stipula apposita Convenzione con il Corpo Provinciale GGEV per regolare i rapporti esistenti anche economici e per organizzare l'attività… in generale.

Il Corpo Provinciale può stipulare autonomamente (anche se sulla base di specifica convenzione tipo emanata dalla Regione) altre Convenzioni con Parchi Comuni, ecc. In questi anni è via via cresciuta la capacità di intervento e la qualità del servizio volontario reso anche tramite un inevitabile processo di "scrematura" in termini numerici e di ricambio di persone si sta avviando a livelli ottimali, anche la collaborazione con gli organi di vigilanza istituzionali come ad esempio ARPA. Il Corpo Provinciale modenese è ritenuto a livello regionale tra i migliori.

Lo spirito di iniziativa delle GGEV modenesi si e concretizzato anche sul fronte internazionale, coinvolgendo la Provincia in un rapporto non più solo episodico di collaborazione con il Governo e gli Enti Parco del Costarica, e sul piano nazionale mediante l'attivazione di diversi Convegni ed incontri fra i quali si ricorda il 1°convegno sul Volontariato Ecologico in programma a Modena per il prossimo 19-21 giugno 1998.

Preziosissima anche l'intensa collaborazione nel campo della Protezione Civile, come ad es. in occasione degli eventi sismici di Umbria e Marche.

La numerosità dei soggetti a cui la legislazione nazionale attribuisce compiti tecnici, a diverso titolo, relativi alla vigilanza e controllo ambientale (ARPA' Corpo Forestale dello Stato, Carabinieri Nucleo Operativo Ecologico, Guardia di Finanza, ecc.) a cui vanno aggiunti le GGEV e i Vigili Provinciali, oltreché‚ le varie Polizie Municipali che a loro volta hanno organizzato nuclei specializzati, determina l'assoluta necessità di un buon livello di coordinamento per evitare sovrapposizioni ripetizioni, diversità d'applicazione delle norme, ecc.

La Provincia di Modena ed in particolare il Servizio Controlli Ambientali, attua da diversi anni tale coordinamento ed è ormai divenuto il principale riferimento per tutti questi organi tecnici, considerato anche che lo stesso svolge le funzioni d'Autorità di Controllo.

E' probabilmente giunto il momento tuttavia di costituire un tavolo di Coordinamento specifico per l'ottimizzazione della complessa attività delle forze di vigilanza direttamente "dipendenti" dalla Provincia: GGEV e Vigili Provinciali

Questi ultimi, infatti, abbandonando la tradizionale veste di specialisti della sola caccia e pesca hanno gi… iniziato a collaborare alla vigilanza ambientale a più largo spettro. E' quindi assai opportuno attivare un idoneo e costante rapporto di collaborazione e programmazione comune nel rispetto, comunque, dei relativi ruoli e profili.

Il Settore Tutela Ambiente e il Servizio Controlli Ambientali in particolare s'impegnano congiuntamente ai colleghi interessati a realizzare in tempi brevi tale iniziativa che contribuire certamente alla reciproca valorizzazione d'attività unanimemente ritenute tra le più qualificanti nel quadro del nuovo modello di sviluppo ecosostenibile.

IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO CONTROLLI AMBIENTALI
Dott. Giovanni Rompianesi

NEWS

HOME PAGE


© GEV Modena 1996 2006 - Il materiale pubblicato nel sito appartiene al Corpo Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Modena. Si declina ogni responsabilità sull'utilizzo di quanto pubblicato. Se ne consente la riproduzione non a scopo commerciale citandone la fonte. Ultima modifica 24 dicembre 2007.